Tutto il Comitato prepara l’appuntamento di verifica dell’andamento associativo cui non dovranno mancare le società ai massimi livelli.

Come vuole lo Statuto, anche quest’anno le società del Csi saranno chiamate all’assemblea ordinaria che è stata convocata dal presidente Redento Colletto, ai sensi degli articoli che regolano questo importante appuntamento, per giovedì 6 aprile in seconda convocazione. La prima, per la quale sarebbe praticamente impossibile raggiungere il quorum, la convocazione è stata fissata alle ore 1 di mercoledì 5.
A ospitare l’assemblea ordinaria del Comitato provinciale, il momento per fare un po’ di numeri, per valutare l’andamento sportivo e associativo del Comitato, sarà la sede provinciale di via San Francesco, 15 a Varese.

«L’appuntamento, pur non avendo quest’anno carattere elettivo – rimarca il presidente provinciale Redento Colletto -, è da non perdere e mi aspetto, anche perché potrò dare aggiornamenti sulla vita del Csi a livello nazionale quale consigliere e il nostro Mario Antoni potrà ragguagliare sull’andamento del regionale presieduto da Paolo Fasani, di vedere una foltissima partecipazione. Alle nostre società vanno un po’ tirate le orecchie, sotto questo punto di vista, perché poco frequentano un momento importante, quello che possiamo chiamare un tagliando annuale del Comitato, della Presidenza ma di tutta la famiglia Csi in generale e che rappresenta, per questo, occasione di confronto massimo, quello in cui magari dare o chiedere indicazioni per impostare l’annata successiva e correggere le imperfezioni registrate in quella in corso o confermare, perché no, le belle novità introdotte».
All’ordine del giorno ci saranno la verifica dei poteri assembleari di quanti interverranno, l’insediamento degli organismi, la presentazione del Rendiconto 2016 con la relativa relazione di gestione, l’illustrazione del Piano e del programma predisposto per il 2017, il dibattito e la presentazione e la votazione di documenti e mozioni.
«Ricordo alle società che intendono proporre argomenti da inserire all’ordine del giorno – afferma Colletto – che devono farne richiesta scritta al Comitato almeno 5 giorni prima della data assembleare e, quindi, entro il 31 marzo».

Il Comitato ricorda, altresì, che ogni società potrà avere non più di 3 deleghe, come da modulo sul sito web, e ci si augura che il numero di queste ultime sia il più esiguo possibile.