Seconda finestra (la precedente risale a giugno) per richiedere contributi a fondo perduto da parte dello stato, un’occasione importante per le ASD del nostro territorio. 

E’ la modalità più semplice per avere accesso agli aiuti per l’emergenza COVID, quindi noi di CSI Varese invitiamo tutte le  ASD a interessarsi seriamente al bando.

Le domande devono essere presentate tramite l’apposito portale, ideato dal dipartimento sport del Governo.
Possono partecipare tutte le ASD in regola con il registro coni e affiliate entro il 31/10 a un ente e con almeno 25 atleti (trovate il certificato necessario nell’area riservata del tesseramento, scaricabile in formato PDF).

Un requisito fondamentale è quello di non  aver ricevuto qualsiasi altro contributo statale per l’emergenza COVID.
Nel caso in cui abbiate presentato la domanda la prima finestra ma sia stata rigettata, è possibile riprovare.

Per chi ha partecipato al bando di giugno e ottenuto contributi NON E’ NECESSARIO ripresentare la domanda, il contributo dovrebbe essere erogato in automatico. 

L’ultimo scoglio è avere almeno un tecnico laureato in scienze motorie o, in alternativa, con una qualifica riconosciuta su CEAF (Il sistema di certificazione della formazione di Centro Sportivo Italiano. Ad esempio aver frequentato un corso allenatori o istruttori è sufficiente per accedere al contributo).

Non adagiatevi sugli allori. Il portale rimarrà aperto solo fino al 24/11 alle ore 16.00. Qui trovate le FAQ del ministero. 

“E’ un’occasione importante per le nostre associazioni, tutte dovrebbero partecipare. Nella finestra di giugno molte società hanno usufruito dei contributi, un aiuto importante in questo momento economico così difficile”, l’invito del presidente Colletto Redento è chiaro e speriamo sia raccolto da più ASD possibili.

Per qualsiasi informazione riguardo il certificato di affiliazione e le qualifiche CEAF siamo a disposizione, con i consueti canali istituzionali e in provato sui social di comitato.