Il bando del governo per i contributi a fondo perso è arrivato alla conclusione, con l’elenco delle società aventi diritto per la seconda tranche di domande di novembre. 
Il nostro comitato si è messo a totale disposizione delle ASD e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Con le graduatorie delle 14.000 società che incasseranno il contributo (con un totale per società che si aggira intorno ai 4000,00 euro), online anche l’elenco delle domande rigettate.
Si tratta di quasi 1500 società per cui le verifiche del ministero hanno rilevato anomalie. 

Nella maggioranza dei casi si tratta di problemi con i controlli su affiliazione e numero minimo di tesserati (posto a soli 25 atleti).

Il governo però lascia ancora aperta una porta per i contributi a fondo perso: la possibilità di chiedere il riesame della propria situazione
Con un comunicato il dipartimento sport ha chiarito le modalità di presentazione della domanda.

Si potrà fare online, dal 4 al 20 gennaio, presentando il documento di attestazione di affiliazione e numero minimo tesseramenti. 

“Il certificato Centro Sportivo Italiano è a disposizione dalla proclamazione del bando, nell’area riservata del tesseramento di ogni società “ha commentato il presidente Redento Colletto “Sono stati recepiti senza problemi, ma è sempre possibile che ci sia stato qualche problema nel momento in cui i dirigenti lo hanno caricato sul portale ministeriale. Vi invitiamo a controllare la vostra posizione e correggere eventuali sbagli. Le risorse in gioco sono importanti per poter garantire una ripartenza allo sport varesino“.

Altro elenco da tenere d’occhio quello delle ASD che hanno dichiarato un IBAN sbagliato. 
Sarà possibile contattare un indirizzo mail preposto, per correggere l’errore e ricevere i fondi.

Gli elenchi delle società sono anonimi, ma speriamo che molte abbiano seguito il nostro consiglio e abbiano partecipato al bando.
Su  quasi 16.000 ASD partecipanti, solo 1400 sono rimaste, ad oggi,  a bocca asciutta.

Per info o assistenza rimaniamo a disposizione.