Sarà l’oratorio di San Pietro a Cassano Magnago a ospitare, giovedì 15 settembre, a partire dalle 19.30, la serata di presentazione della nuova stagione del Comitato CSI di Varese con l’annuale convention.
Un appuntamento cui non si dovrà mancare, per conoscere bene la nuova stagione e per seguire la gara della «Supercoppa dei Gironi», ovvero la sfida tra vincitrice del campionato di calcio della massima serie e della «Coppa dei Gironi».

Via alla nuova stagione
La partenza della nuova stagione sarà all’insegna delle conferme di alcuni appuntamenti tradizionali della stagione, come pure della finale della «Supercoppa dei Gironi» che, in pratica, consente al Comitato di unire una partenza «teorica», con la relazione del presidente provinciale Redento Colletto e i contributi degli altri componenti del Consiglio provinciale, a una più «sportiva» con una partita di calcio, in grado di regalare emozioni in un clima di puro tifo che sia anche da indicazione per le squadre di calcio, ma anche di altre discipline, per la nuova stagione.

Mancano pochi giorni per la convention
e la «Supercoppa» che si svolgeranno
a Cassano Magnago

Comitato più «pesante»
L’annata sportiva sarà anche la prima che vedrà Varese essere un Comitato più «pesante», almeno per quanto si riferisce al livello nazionale, avendo ottenuto il presidente Redento Colletto l’elezione a consigliere nazionale. Ruolo che comporta una maggiore responsabilità del presidente provinciale che, direttamente e anche elettoralmente, sarà portavoce delle idee del Comitato bosino all’interno del Consiglio nazionale presieduto dal bergamasco Vittorio Bosio e che vede come vice presidente il numero uno del Comitato gemello di Lecce, Marco Calogiuri.
«Si tratta di una stagione molto importante – rimarca il presidente Colletto – che dobbiamo affrontare tutti con il massimo impegno, continuando anche l’impegno per il santuario della «Madonna dei calciatori» a Laveno Mombello. Per questo motivo chiedo a tutte le società di partecipare alla convention del 15 settembre anche con atleti in tuta e labari e portando il proprio contributo di idee per integrare le idee del nuovo Consiglio che si appresta a gestire la sua prima stagione completa».