Continuano i corsi defibrillatori.
Nel precedente articolo avevamo spiegato i passaggi per l’iscrizione (sia per i rinnovi che per i nuovi corsisti).

Da alcune settimane presso la sede del CSI Varese (via san francesco 15, Varese) si sono avvicendate le prime classi secondo le indicazioni AREU (massimo 12 partecipanti a lezione).
Ricordiamo che le iscrizioni sono ancora aperte e che, verosimilmente, i corsi continueranno per tutto il mese di novembre.

A questo proposito occorre dare alcune indicazioni rispetto alle leggende metropolitane lette in rete o sentite nel passaparola dei dirigenti.

Per prima cosa il corso prevede la registrazione dello stesso direttamente da parte dell’ente erogatore. Una volta ottenuta la certificazione, insomma, non ci si dovrà iscrivere da nessuna parte.

Una registrazione richiesta è invece quella del defibrillatore, sempre secondo le modalità indicate da AREU per il progetto PAD- Pubblic Access Defibrillation (defibrillazione ad accesso pubblico, per dirla in italiano).

Si tratta di un progetto che mira a mappare la presenza di tutti i DAE ad accesso pubblico sul territorio. Questa mappatura aiuterà i soccorritori, che potranno sapere quali e quanti DAE si trovano nell’area di un’emergenza.

Questo famigerato “modulo 85” è da compilare però per i soli PROPRIETARI del dispositivo.
Se questo fosse di proprietà del comune, del gestore dell’impianto o dell’oratorio è un’incombenza che non spetta all’associazione sportiva.

In caso siate direttamente proprietari del DAE vi invitiamo a informarvi presso il sito del progetto PAD, dove troverete le indicazioni per la registrazione e i contatti dei responsabili varesini, sempre molto disponibili.

Un altro comune fraintendimento riguarda la validità dei corsi defibrillatori.
Negli scorsi anni alcuni enti hanno dato vita a delle certificazioni che venivano definite “eterne”, ovvero senza alcun bisogno di rinnovo.

Un vuoto interpretativo permetteva, addirittura, il rilascio di queste certificazioni con il riconoscimento AREU (senza il quale il corso non è a norma di legge).
Non occorre spiegare quanto fosse pericoloso questo comportamento, che avrebbe portato sui campi personale assolutamente non qualificato, con corsi fatti anche molti anni prima.

Da alcuni mesi però, l’autorità competente ha impedito tale pratica, con una circolare molto chiara in merito.
Da allora è OBBLIGATORIO partecipare a eventi di rinnovo ogni due anni e rifare il corso ogni quattro.
Obbligo che si estende anche a coloro che avessero ottenuto quelle certificazioni “eterne”.

Ultimo passaggio di cui tener conto quello della manutenzione. I defibrillatori hanno delle parti da sostituire periodicamente (le piastre ad esempio) e dei sistemi che ne indicano costantemente il corretto funzionamento (batteria carica…ecc.ecc.).

E’ buona pratica controllare periodicamente il buono stato del DAE, per non incorrere in brutte sorprese, anche qualora il defibrillatore non fosse di vostra proprietà. 

Il rischio di doverlo realmente usare è basso, ma non così remoto, ed è già capitato sui nostri campi (ad esempio ai ragazzi della OSS MEZZANA).
Controllare sempre quando si entra nell’impianto è una buona routine di pochi secondi che può salvare una vita.

Ricordiamo ancora che le iscrizioni sono aperte (nuovi corsi defibrillatori e rinnovi) e che per iscriversi basta mandare una mail a presidente@csivarese.it, indicando: nome, cognome, recapiti e società sportiva dei partecipanti.
Verrete poi contattati per le informazioni di base e le date disponibili.

Per ulteriori informazioni potete contattarci alla mail già indicata oppure sui canali social di comitato (twitter, facebook, instagram) 24/24.