Sono giorni di lavoro frenetico in comitato.
Nuove informazioni, nuove categorie di interesse nazionale e, ovviamente, le scelte sull’attività agonistica.

Moltissime sono le società che hanno già ripreso ad allenarsi e, con l’arrivo della primavera, la speranza è quella di ritornare in campo anche per tornei e campionati.

Sono tante le variabili da considerare. Dalle peculiarità specifiche per ogni disciplina, alle reali intenzioni delle associazioni sportive, divise fra entusiasmo e paura per la pandemia.

Lo scopo di Centro Sportivo Italiano è da sempre quello di supportare le società, dando strumenti efficaci per affrontare al meglio le sfide organizzative.
Per questo è in corso una campagna di riunioni ad ogni livello, per sondare la situazione e sfornare soluzioni ad hoc a seconda delle esigenze associative.

Nei prossimi giorni, appena ci saranno novità, vi informeremo su quanto concordato dagli sport individuali e dagli sport di squadra, tranne il calcio 7 per cui si è dovuto pensare un percorso differente.

L’alto numero di società e i diversi atteggiamenti all’interno dei gruppi dirigenziali richiedono una riflessione più approfondita.
Così sarà inviato un questionario a tutte le società (all’indirizzo mail ufficiale), per capire in maniera rapida (c’è tempo fino al 18/02 per rispondere), la situazione odierna.

Nel questionario sarà possibile indicare se la società pensa di non partecipare a un’eventuale campionato/torneo o se lo farebbe con entusiasmo, quale formula di svolgimento preferirebbe e quante squadre iscriverebbe ad oggi (non avrebbe senso lavorare con i dati di ottobre).

Questa primo contatto con le società servirà a dare una base per discutere le alternative che sono già sul tavolo della commissione calcio e del consiglio provinciale.
Un tavolo ricco di documenti: occorrerà definire anche la questione arbitrale, eventuali svincoli e pensare già a come far interagire la fine di questa stagione con la prossima.

Una grande mole di lavoro, per trovare una soluzione che verrà discussa in una riunione online il 22/02, nella quale il comitato farà il punto della situazione: recovery plan CSI, protocolli e attività sportiva.

Il neo presidente Diego Peri indica la rotta “Dobbiamo procedere per gradi, senza avere troppa fretta, soprattutto ora che abbiamo risolto la questione degli allenamenti. La pandemia non è scomparsa e le esigenze delle società sono molto diverse fra loro. Per questo le coinvolgeremo nel processo decisionale, pur considerando i tanti paletti dovuti alle normative.
Le varie attività sportive si muoveranno autonomamente tenendo conto dei loro specifici interessi e di quelli dei nostri atleti”

Nel frattempo sono online tutte le informazioni per poter fin d’ora incominciare ad allenarsi in vista del rientro. Qualora aveste qualche dubbio o ci fosse qualche ostacolo alla ripresa dell’attività agonistica vi invitiamo a contattarci.