Due buone notizie arrivate a pochissima distanza da Regione Lombardia. 
Prima la riapertura agli allenamenti per gli sport di contatto, poi il bando “E’ di nuovo sport”. 

Partiamo analizzando la prima notizia.
Nell’ordinanza 597 del 10/07/2020 (cliccando il link il testo completo) vengono tolte alcune limitazioni sul contatto negli allenamenti anche sul territorio lombardo. 
Attenzione. Non si tratta di un colpo di spugna, non siamo ancora tornati alle modalità pre COVID-19.

In pratica le norme rimangono molto simili (triage all’ingresso, evitare assembramenti, igienizzare frequentemente, cartellonistica…) ed è ancora obbligatorio il distanziamento (almeno un metro a riposo, due durante l’attività non a contatto, ad esempio durante il riscaldamento).
Così come si dovranno usare borracce personalizzate, uscita scaglionata… (solo per citare alcuni adempimenti).

Sarà però possibile, finalmente, organizzare partitelle di allenamento ed esercizi che prevedano il contatto fisico, una rivoluzione non da poco per le tante ASD della regione. 
Ci teniamo a sottolinearlo: per amichevoli e attività agonistica dovremo ancora aspettare.

L’altra buona notizia per le nostre società è il bando “E’ di nuovo sport”, lanciato da Regione Lombardia e Fondazione Cariplo.
Uno sforzo da oltre 3 milioni di euro, di cui 1 milione dedicato alle società affiliate agli EPS.

La presentazione domande aprirà il 15/07 e sarà possibile completarle entro il 15/09 (suggeriamo di non aspettare gli ultimi giorni). 
L’invio della documentazione sarà possibile solo via telematica, utilizzando il portale bandi di Regione, dove potete trovare tutti i documenti e le specifiche necessarie. 

I contributi, a fondo perduto, saranno erogati alle società sportive in regola con le norme statutarie, iscritte a registro CONI e consisteranno in un rimborso delle spese sostenute nella scorsa stagione (da affiliazioni e tesseramenti fino ai canoni di affitto).

Le domande poi saranno vagliate tramite un sistema di valutazione allegato al testo del bando, con una graduatoria che determinerà l’importo massimo erogabile. 

“E’ un’opportunità importante per le nostre associazioni, sia per la semplicità burocratica di partecipazione, sia per la dotazione economica di rilievo” ha commentato il presidente del CSI Varese Redento Colletto “da parte del nostro comitato ringraziamo l’assessore regionale allo sport Martina Cambiaghi per il suo lavoro, ora tocca a noi”. 

Vi invitiamo a leggere i documenti a disposizione e a ragionare fin da subito sulla partecipazione a questo bando.
Nel caso doveste avere dubbi o domande su “E’ di nuovo sport” potete chiederci aiuto tramite il canale di comunicazione già aperto nell’iniziativa CON VOI