Corpo libero, trave, volteggio e parallele. La gara provinciale di ginnastica artistica, ospitata al PalaCimbro di Cimbro di Vergiate il 25 e 26 febbraio, ha registrato momenti di assoluta bellezza sportiva, qualche numero di alto livello e una grande partecipazione.

Tutto questo, sotto gli occhi della vice presidente Loredana Contini e del consigliere di Presidenza provinciale Maurizio Graziotti, ha confermato la vitalità del settore. Di una disciplina che, a Varese, ha sempre avuto forte tradizione in ambito Csi, rivaleggiando con il calcio e portando, all’incontro con papa Francesco a Roma, numeri record.

Il popolo della ginnastica artistica ha diverse età e sta aumentando, in modo esponenziale, anche la pattuglia dei giudici tanto che le squadre e le atlete e gli atleti, hanno modo di crescere, di avere più gare a disposizione e di poter così approdare a gare regionali e nazionali dove conseguono, anche in virtù della crescita qualitativa e quantitativa della ginnastica artistica nel Comitato di Varese, ottimi risultati.
A Cimbro, la gara provinciale ha mostrato la qualità delle società, l’attenzione degli atleti, la preparazione delle allenatrici e degli allenatori e l’imparzialità dei giudici.

Sono stati giorni di autentico sport, dimostrazione di amore per il moto con il pensiero alle prove regionali e nazionali.