Sono già partiti i preparativi, all’interno della Commissione tennistavolo del Csi Varese, per la tappa regionale di tennistavolo che si svolgerà il 23 gennaio 2011 nella prestigiosa sede del Collegio Rotondi di Gorla Minore.

Il Comitato provinciale di Varese vede, nell’anno in cui il Csi si impegna per la promozione del tennistavolo, storico sport all’ombra del campanile.

Quella che andrà in scena il 23 gennaio sarà una giornata di sport e di cultura. Ragazzi e adulti si confronteranno sui moderni tavoli in dotazione al Comitato provinciale e in gestione alle società che operano tutte, in modo sinergico, all’interno della Commissione provinciale tennistavolo che, in un solo anno di attività, è passata dalle prove provinciali alla possibilità di misurarsi con l’onerosa organizzazione di una gara regionale, una delle tre finali per la zona A in cui è stato suddiviso il Csi Lombardia per questa disciplina.

Contemporaneamente alla gara, i presenti potranno andare alla scoperta della struttura del “Rotondi” che, in tal modo, vivrà uno speciale “Open day” per i residenti in provincia ma potrà anche promuoversi oltre i confini provinciali consentendo a tutti di scoprire i tanti tesori che lo caratterizzano.
Varese, grazie al tennistavolo, torna a organizzare una manifestazione di valore regionale anche in uno sport meno praticato a livello di Comitato e dopo un solo anno di noviziato con un ottimo andamento delle prove provinciali con una costante crescita delle presenze (numerose anche in presenza di maltempo).

«Ci è sembrato opportuno ha spiegato il presidente del Csi Lombardia, Giuseppe Valori – premiare gli sforzi del Comitato di Varese e della sua Commissione tennistavolo assegnando a questo territorio l’organizzazione di una delle tre prove regionali per la zona A. La scelta di accompagnare lo sport alla cultura in una sede così prestigiosa quale il “Rotondi” ci fa ulteriormente piacere e conferma la bontà della scelta del Comitato al momento di definire i Comitati cui affidare il lavoro organizzativo delle nostre finali».