Conoscerete ormai tutti Happy Sport Team.
Società storica radicata nell’impianto del Palaghiaccio, che ottimi risultati ha portato negli anni al nuoto CSI.

Medaglieri importanti ai nazionali, ma sopratutto un migliaio di tesserati, uno staff preparato e uno stile legato ai valori Centro Sportivo Italiano.
Una realtà importante, legata al tessuto sociale e alle esigenze delle famiglie.

Il futuro di questa splendida realtà è oggi messo in discussione dalla ristrutturazione dell’impianto che da tanti anni occupa. 
Un’intervento necessario, aspettato da molto, ma le cui modalità potrebbero essere deleterie per le tante realtà presenti al Pala Albani.

Prima di tutto HST è preoccupata per i tempi. La piscina è chiusa da febbraio e non ha potuto riaprire a giugno per le mancate autorizzazioni da parte del comune di Varese. L’obbiettivo della società è quello di rinviare l’inizio lavori, per poter cominciare la stagione a settembre, come già pianificato (con il rimborso tramite voucer delle quote non godute)

Altro argomento scottante il progetto approvato.
“E’ un progetto sicuramente grandioso” ha commentato Silvia Cattaneo, presidente HST “ma che non tiene conto delle esigenze delle società. Diminuire la profondità delle vasca principale condannerebbe le nostre sei squadre di pallanuoto, così come le modifiche alla piccola porterebbero a un progressivo svuotamento della scuola di nuoto”.

Un problema non da poco, considerando i grandi successi che HST ha raccolto in questi anni, non solo nelle competizioni, ma anche a livello di aggregazione giovanile e capacità di coinvolgere la popolazione.

“Nel progetto” continua Cattaneo “sono presenti anche palestre e due campi da paddle, che andrebbero a fare concorrenza a realtà limitrofe, penalizzando ulteriormente chi a Varese promuove lo sport da molti anni”

Insomma una situazione complessa, nata dall’esigenza di ristrutturare un impianto oramai in cattive condizioni.
Al di la delle procedure burocratiche irrinunciabili è necessario sottolineare l’importanza di sostenere queste realtà, che sono un patrimonio inestimabile per tutta la città di Varese.

Per questo HST lancia l’hashtag #iostoconHST. Chiunque può scriverlo o stamparlo su un foglio, per poi farsi una foto e postarla sui social, taggando Happy Sport Team.
Un modo per mostrare loro solidarietà e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla situazione.