Ormai conoscete tutti #ORASPORTONFIRETOUR, il viaggio della fiaccola olimpica attraverso gli oratori organizzati dalla nostra diocesi.
Ultimo in ordine temporale ad aggiungersi al viaggio il decanato di Besozzo la settimana scorsa.

 

A Malgesso il 7/02, in particolare, una serata di riflessione sullo sport come strumento educativo. Relatore il nostro ex consulente ecclesiastico nazionale, don Alessio Albertini, che ha cominciato con una riflessione per i genitori:

“Originalità dell’uomo è quella di essere tranquillamente diversi uno dall’altro. Non si deve essere convinti di essere sempre il migliore e nemmeno di essere sempre il peggiore; non per forza mio figlio deve diventare un campione.

Lo sport può e deve allenare ad avere il coraggio di affrontare l’esistenza.
Lo sport regala l’incertezza; nella vita può succedere di tutto e lo sport ti insegna a convivere con l’incertezza. Senza sogni, i bambini/ragazzi non si impegnano; ma senza impegno, i sogni non si realizzeranno mai. L’unica certezza è che se non ti alleni non avrai mai i risultati; non è detto che se ti alleni, avrai i risultati.”

Non sono mancati anche i riferimenti per gli allenatori e gli educatori presenti all’incontro:

“Deve essere generoso, sincero e dedicare il proprio tempo ad educare, per cercare di arrivare a realizzare il sogno del bambino/ragazzo: “aiutare”, in questa fase della Loro crescita, fa stare bene se stessi. Si devono condividere fatiche, dolori e problemi con i bambini/ragazzi, per avere e dare gioia in ogni caso”

Parola d’ordine della serata essere FELICITATORI: puntare al impegno dei ragazzi nell’attività, al di la del risultato, sempre col sorriso sulle labbra: divertimento, serenità e felicità sono i fondamenti che spingono i ragazzi a fare sport.

La fiaccola ha poi proseguito il suo percorso con la S.Messa a Gavirate il giorno seguente e poi la manifestazione di chiusura agli oratori di Laveno Mombello.