“Ora viene il bello”, un augurio che arriva dalla CEI a tutti i ragazzi e ragazze che frequentano le nostre parrocchie, in un momento in cui l’ottimismo fa timidamente capolino.
Ma è anche il nome di un’iniziativa che si prefissa il compito di rendere dinamica l’estate degli oratori di tutta la penisola. 

L’idea (potete leggerne qui il manifesto) si ripropone di stimolare una gamma di esperienze, in cui dare la possibilità di riprendere “respiro della vita, attraverso l’esperienza del Santuario, del tempo libero, del turismo e dello sport

La CEI vuole così unire tante realtà di ispirazione cattolica sul territorio, dalle parrocchie alle associazioni di volontariato, fino alle ASD, in un progetto che sia di rinascita.

Chi vorrà partecipare dovrà sottoscrivere il manifesto e organizzare, a seconda delle proprie potenzialità, iniziative rivolte al territorio. 

Sono molte le idee messe in campo. La “notte dei santuari” o momenti di preghiera e di accoglienza.
Più nelle nostre corde “Hope & play” che richiede di organizzare a lato di eventi sportivi, un percorso a piedi (una fiaccolata ad esempio) per portare la preghiera in un santuario, una cappella o un luogo significativo (ospedale, casa di riposo…).

Oppure “Hope & walk” che si ripropone di dar vita a momenti di pellegrinaggio, a piedi, stimolando la condivisione e la creazione di rapporti veri fra i ragazzi, sfruttando l’esperienza pedagogica della lentezza del cammino.

“Invitiamo tutte le associazioni a partecipare a questa iniziativa” ha commentato il presidente Diego Peri “sia come capofila che come sostegno ad altre iniziative rientranti in questa stimolante sfida della CEI. Come Centro Sportivo Italiano siamo a disposizione delle società per offrire supporto e cassa di risonanza a chi accoglierà questa sfida”.

In allegato trovate le slides di presentazione inviate alle associazioni, mentre a questo link trovate il messaggio di Don Alessio Albertini, consulente ecclesiastico CSI. 
Per maggiori informazioni vi rimandiamo al sito internet ufficiale di “Ora viene il bello”.