Primo maggio alternativo per il migliaio di allenatori, dirigenti e atleti che hanno partecipato al “Pellegrinaggio dello sportivo” al Sacro Monte di Varese.
Tema della giornata “dare il meglio di se”, nella vita come nello sport. 

L’evento ha avuto luogo nel pomeriggio, con l’arrivo dei primi gruppi.
Due i percorsi, con soste in 4 cappelle con testimonial d’eccezione. Da Sara Simeoni a Marco Beretta, da Carlo Recalcati a Aldo Ossola. 
Alla 14esima cappella il ritrovo, con Giusy Versace e i ragazzi della Briantea 84.
(per maggiori informazioni vi rimandiamo all’articolo di presentazione)

Nelle varie cappelle i personaggi sportivi hanno parlato ai ragazzi della loro esperienza sportiva ed umana.
Particolare attenzione ai temi dell’impegno, della costanza e della volontà di migliorarsi sempre.

Al termine delle testimonianze, il momento di riflessione comune a tutti i gruppi.
A guidarlo don Stefano Guidi, direttore della Fondazione Oratori Milanesi e don Alessio Albertini, assistente nazionale CSI. 
Infine l’intervento del Vicario generale della Diocesi di Milano, monsignor Franco Agnesi. 

Il suo intervento ha preso spunto dalla” parabola dei talenti” dal Vangelo di Matteo.
Gesù non ha detto, vi racconto adesso che uno è fortunato, ha cinque talenti, l’altro medio, l’altro è sfortunato… No, oggi abbiamo scoperto delle cose grandiose. Abbiamo trovato delle persone che ci hanno fatto comprendere quanto è più grande il nostro cuore, la nostra mente, i nostri desideri, la forza che può scaturire in noi di compiere ciò che non avremmo mai potuto pensare”

Moltiplicare i propri talenti, insomma, renderli un dono per chi ci sta vicino moltiplicandoli ancora facendo squadra.
Un messaggio fondamentale per gli sportivi e gli allenatori presenti in questo pomeriggio di sport e fede.

“Affiancare la FOM nell’organizzazione di questa fantastica manifestazione ci inorgoglisce” ha commentato il presidente CSI Varese Colletto Redento  “con la stagione quasi al termine, le parole di mons. Franco Agnesi sono sicuramente uno stimolo a rinnovare il nostro impegno per la prossima annata. Mettere volontari, allenatori, dirigenti e atleti nelle condizioni migliori per sviluppare i propri talenti è da sempre la nostra missione”.

Per chi volesse approfondire, consigliamo di leggere l’articolo sul sito della Diocesi di Milano.
Potete trovare una serie di foto della giornata anche sul nostro profilo Facebook