L’annata terribile dello sport italiano continua, con le società chiamate a una difficile programmazione della stagione 20/21.
Gli ultimi giorni di luglio sono da sempre dedicati alla prima fase dell’organizzazione della nuova annata, per poi scattare in azione a settembre.

Oggi purtroppo sono tantissime le variabili da tenere in considerazione, rendendo il compito dei dirigenti sempre più complicato.
Proviamo allora a dare qualche riferimento certo, qualche punto di partenza per aiutare tutte le nostre società a ripartire. 

Parliamo di tre punti fondamentali: protocolli, programmazione e incentivi economici. 

Con protocolli intendiamo tutte quelle limitazioni ancora in essere rispetto allo svolgimento tradizionale della pratica sportiva. 
Ricordiamo a tutti che, oltre a quelli nazionali, si deve fare riferimento alle normative regionali e alle indicazioni dei gestori degli impianti (comuni, oratori, privati…).

A questo proposito vi rimandiamo (a fine pagina) all’ottimo lavoro svolto da CSI Lombardia, con un documento che racchiude tutte le indicazioni necessarie per fare, ad oggi, attività sul territorio Lombardo. 
Ovviamente queste normative sono in divenire e si dovrà fare molta attenzione a eventuali modifiche a inizio settembre.

Inoltre alleghiamo la nota dell’Avvocatura della Diocesi di Milano sugli sport di contatto, utilissima per chi svolge attività negli oratori. 

Per la programmazione ci riferiamo all’offerta sportiva CSI Varese. 
Da qualche giorno è già a disposizione il nuovo vademecum, con tutte le indicazioni valide per la stagione 20/21. Date, costi e formule certe, per dare certezze fin da subito alle ASD della provincia. 

Si parte con gli sport di squadra, con la definizione dei campionati e le iscrizioni già aperte per calcio 7, basket e pallavolo. 
E ancora le indicazioni per gli sport individuali, la formazione, le assemblee e le consulenze gratuite Centro Sportivo Italiano.

Ultimo, fondamentale, punto per una ripartenza serena quello degli incentivi economici. 
CSI Varese si è impegnato per aiutare le società in questo momento di crisi: -100 euro di costo affiliazione e 50% di sconto sull’iscrizione delle singole squadre. (Potete trovare il tariffario completo nel VADEMECUM)

Una decisione che impatterà molto sui bilanci delle ASD, dando ossigeno prezioso al diritto allo sport dei nostri ragazzi. Nessun servizio in meno, nessun aumento di costo nelle altre voci, nessuna modifica alle iniziative previste. 
Un grande segno di fiducia nelle capacità organizzative dei dirigenti  varesini.

In caso di seconde ondate, eventualità purtroppo ancora presente, il comitato ha già previsto una strategia che permetterebbe a tutti i campionati di finire comunque nella primavera 2021, scongiurando il rischio di una seconda stagione troncata a metà.

Il comitato rimarrà a disposizione per dubbi o richieste da parte di società e dirigenti. Inoltre continueremo a mantenervi informati sui nuovi protocolli sull’attività sportiva, che verranno emanati nei prossimi mesi.
Potete contattarci tramite mail istituzionali o in privato sui social di comitato.