[mpc_animated_text preset=”mpc_preset_3″ style=”typewrite” duration=”550″ delay=”1200″ disable_pointer=”true” text_font_preset=”mpc_preset_44″ text_font_color=”#75cdde” text_font_size=”30″ text_font_transform=”lowercase” text_font_align=”left” text=”207 Società.|||19.000 Tesserati|||287 Squadre di Calcio|||28 di Basket|||Una ventina di Volley|||6 Società di Ginnastica Artistica|||5 Società di Judo|||6 Società di Tennis da Tavolo|||1 Societa di Nuoto” text_border_css=”border-width:0px;” text_padding_divider=”true” text_padding_css=”padding-top:0px;padding-right:4px;padding-bottom:0px;” sides_font_preset=”mpc_preset_44″ sides_font_color=”#555555″ sides_font_size=”30″ before_text=”Qui a Varese il CSI ha una famiglia,” padding_css=”padding:0px;” margin_divider=”true” margin_css=”margin-top:50px;margin-right:0px;margin-bottom:50px;margin-left:0px;”]

Una “famiglia” di 207 società. Oltre 19.000 tesserati, 287 squadre calcio, 28 di basket, una ventina di volley, 6 società ginnastica artistica con oltre 300 partecipanti alle diverse manifestazioni e 5 società di judo con oltre 80 presenze di media sul tatami, 6 società di tennistavolo con una media di 120 partecipanti per gara e anche una società di nuoto con oltre 150 partecipanti ogni manifestazione provinciale promossa.

Questo il quadro delineato, ieri in assemblea provinciale, dal presidente Redento Colletto, alla testa di un Comitato che si sta sempre di più facendo conoscere all’interno dell’associazione, ma anche sul piano provinciale con attività che allargano, ogni volta sempre di più, i confini della presenza dell’ente di promozione sportiva conquistando nuove platee e ampliando il novero dei soggetti che beneficiano dell’educazione attraverso lo sport secondo lo stile e la mission proprie del Centro sportivo italiano.

Un Comitato che ha consegnato il massimo riconoscimento associativo al Csi San Luigi Tradatea livello societario e a Juana Mapelli per la fedeltà associativa come tesserata. Si tratta di premi che attestano un lungo percorso comune e che aiutano a trovare segni, simboli e riferimenti per l’imminente celebrazione del 50° anniversario di attività autonoma del Comitato provinciale di Varese.

Una realtà vivace come dimostrano anche le presenze agli incontri nelle Zone con cui la Presidenza provinciale vuole rendere concretamente sempre più protagonista la base dei processi decisionali così da essere sempre più autenticamente una “famiglia” sportiva e da trovare sempre nuove idee e soluzioni da proporre al territorio come i sogno di un torneo di calcio giovanile a livello nazionale a Laveno Mombello. Con la Madonna a vegliare.