Fare l’arbitro in Italia non è un lavoro facile, nel calcio diventa una missione quasi impossibile.
Eppure sono tanti i fischietti CSI che ogni domenica scendono in campo, permettendo a migliaia di atleti di giocare i campionati. 

Un impegno di serietà e abnegazione che non si conclude al triplice fischio.
Gli arbitri sono infatti chiamati a partecipare ogni mese a una seduta di formazione, che viene organizzata presso la sede di via San Francesco a Varese. 

Un momento per analizzare i regolamenti, capire come gestire alcuni episodi complessi e confrontarsi con i colleghi.

La formazione CSI Varese lancia gli appuntamenti della stagione, che cominceranno con la seduta di LUNEDI’ 18/11, incentrata sui falli di mano in area. 
Un argomento reso spinoso anche dalle polemiche nei campionati maggiori, che merita un approfondimento mirato.

Si proseguirà poi con l’appuntamento mensile affrontando gli argomenti più disparati: dall’allenamento mentale dell’arbitro alla prevenzione degli infortuni, fino allo studio delle strutture del comitato e delle procedure successive alla partita. 

Spazio anche a Stefano Faletti, con un approfondimento delle situazioni di gioco che si avvarrà della proiezione di spezzoni di partite. 

“Quello degli arbitri è un impegno a migliorarsi sempre” ha spiegato il responsabile alla formazione Domenico Serino “ed è un piacere lavorare con questi ragazzi. Sacrificano moltissimo del loro tempo libero per permettere agli altri di giocare, in pieno spirito CSI!”

Gli appuntamenti mensili si concluderanno a maggio, con una riunione di confronto sulla stagione passata e sulle proposte per il campionato 2020/2021.

Qui in seguito la circolare inviata ai direttori di gara CSI Varese.