Il prossimo 23 novembre sarà definitivamente istituito il Registro Unico
Nazionale del Terzo Settore (RUNTS) che sostituirà gli attuali registri nazionale e

regionali delle associazioni di promozione sociale.

Questa rivoluzione nasce dalla riforma del terzo settore, non ancora del tutto attuata, che porterà le ASD a poter essere iscritte anche al RUNTS, ottenendo alcuni vantaggi strategici.
Non avete idea di cosa stiamo parlando?
Niente paura, la materia è complessa, ma abbiamo tutti i materiali per spiegarvi di cosa si tratti.

Potete collegarvi a Youtube, dove troverete online una serata di formazione ad hoc, che risponderà a molti vostri dubbi (e le slides della serata sono a diposizione a fondo articolo, nella circolare nazionale).

Di fatto cosa sta per succedere?

A partire dal 23 novembre nel RUNTS trasmigreranno automaticamente la Presidenza Nazionale CSI, i relativi comitati regionali e territoriali e tutti i circoli e le associazioni affiliate che in questi anni hanno ottenuto l’iscrizione nei registri APS.

Nei prossimi giorni, quindi, c’è ancora tempo per richiedere l’iscrizione ai registri APS, iscrizione che comporterà la migrazione automatica al RUNTS (evitando alcuni passaggi e i tempi della burocrazia che ci si troverebbe ad affrontare passata questa scadenza).

CSI offre dunque GRATUITAMENTE, una consulenza per tutte le ASD.
E molto di più.
Non solo due numeri di telefono e mail dedicata all’assistenza (per capire se è un passaggio utile per la vostra società), ma anche la possibilità di inviare i documenti necessari direttamente agli uffici nazionali perchè sia certificata la conformità degli stessi.

Un ulteriore punto di interesse è quello della possibilità di non cambiare subito lo statuto e di farlo in un secondo tempo, già migrati al RUNTS e quindi senza dover pagare tasse e bolli.

La materia è ovviamente complessa e vi rimandiamo agli esperti nazionali per la consulenza.
Se pensate sia troppo poco tempo quello a disposizione, niente paura.
CSI continuerà nella consulenza anche dopo la scadenza del 23.
Per ulteriori informazioni vi rimandiamo alla circolare che il comitato nazionale ha inviato a tutte le società!