Da oggi fino a fine luglio dieci giornate nerazzurre su vari impianti del territorio marchigiano per far giocare un migliaio di giovanissimi e mandare in gol solidarietà e voglia di normalità. Tra le azioni congiunte studiate dalla società interista e dall’ente di promozione sportiva, debutta l’animazione e il gioco del calcio fra i ragazzi con gli allenatori di Inter Campus e del settore giovanile del F.C. Internazionale in prima linea in ciascuno degli appuntamenti calcistici, sempre accompagnati dal ludobus itinerante di “Un gol per ripartire”.

C’è tanta voglia di Inter nelle Marche oltre che di ritorno alla normalità. Da oggi Inter Campus inizia infatti il suo speciale tour fra i paesi colpiti dal terremoto 2016, per permettere ad un migliaio di ragazzi, dai 6 ai 14 anni, di tornare a sorridere, attraverso il gioco, la pratica sportiva, il divertimento e lo stare assieme. È questo un ulteriore “Gol per Ripartire” quello siglato assieme da Inter, e Centro Sportivo Italiano, frutto della campagna di solidarietà #UnGolperRipartire a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto, a seguito del terribile sisma, che ha coinvolto un anno fa l’Italia centrale.

Dunque Marche nerazzurre: si parte oggi da Tolentino, dallo Stadio della Vittoria dove alcuni mister di Inter Campus e del settore giovanile del F.C. Internazionale saranno in campo con oltre 120 giovani del territorio maceratese; al mattino i più piccoli in età dai 6 ai 10 anni, nel pomeriggio i più esperti under 14. Arriveranno in tanti da ogni paese, dagli oratori, dalle società sportive, dalle parrocchie dei comuni limitrofi, per tornare a giocare a calcio, liberamente, gratuitamente, con gli occhi attenti e vigili degli esperti allenatori della società di Appiano Gentile. Pollice alzato sugli smartphone di tanti protagonisti residenti a Serrapetrona, Camerino, Matelica, Visso, Pieve Torina. Da zona “rossa” a zona “nerazzurra”: “Un gol per ripartire” con palloni e conetti rompe la monotonia e la tristezza dei giorni passati, con i colori dell’Inter capaci di ridare calore ed entusiasmo a tanti bambini, incupiti dopo un inverno davvero difficile da dimenticare.

È questa un’ulteriore azione-gol del progetto partito il 1° aprile da Appiano Gentile, che con un lento percorso, anche attraverso la pratica sportiva, intende riportare i cittadini ad una complessa e faticosa “normalità”. Gli appuntamenti di Inter Camp saranno identici nel format giornaliero: al mattino agli ordini dei tecnici nerazzurri under 10 dalle ore 9 alle 12, al pomeriggio dalle 15 alle 18 in campo i ragazzi dagli 11 ai 14 anni. Il camp farà tappa domani allo stadio Soverchia di San Severino Marche, poi il 19 luglio a Sarnano allo Stadio Maurelli, il 20 allo Stadio Comunale di Castelraimondo. Venerdì 21 luglio, più vicini al mare tutti in campo a Civitanova Marche. Riposo sabato e domenica per ripartire e tornare a giocare nell’ultima settimana di luglio il 24 e 25 luglio da Tolentino, la bella cittadina nel cuore del maceratese, dove grazie a F.C. Internazionale, CSI e Suning Sports verrà realizzato in autunno un impianto polisportivo in grado di stimolare tanto l'attività competitiva quanto quella ludica. Le attività dedicate ai giovani di Inter Camp, con il ludobus a fare ogni giorno da apripista in ogni località marchigiana, si trasferiranno verso i Sibillini, il 26 luglio a Sarnano, per concludersi a Caldarola presso lo Stadio Comunale giovedì 27 e venerdì 28 luglio.